Quello concluso ieri si può ben dire un fine settimana da favola per gli Arcieri del Veneto e della Piave: mentre a Cardano al Campo (VA) il nostro compound contribuiva in modo consistente alla conquista della Coppa Italia delle regioni da parte del Veneto, il resto della compagnia si è dato al tiro di campagna nella gara organizzata a Castion dalla società Arcieri del Nevegal, occupando molti posti sul podio anche con punteggi interessanti.
Andrea Fagherazzi già da un paio d'anni cercava di prender parte alla coppa delle regioni con la maglia del Veneto, ma la commissione tecnica finora non aveva creduto in lui. Quest'anno è sembrato a tutti che fosse giusto dargli questa opportunità, e il nostro bravo arciere non ha deluso: solo ottavo in qualifica, poi ha messo il turbo per sconfiggere uno a uno tutti gli avversari diretti, arrivando meritatamente al gradino più alto del podio. La gioia è stata doppia, perchè il Veneto ha vinto con largo margine la Coppa delle regioni dopo aver vinto quest'anno anche il Trofeo Pinocchio, una doppietta che non è certo facile da realizzare, frutto del lavoro soprattutto nel settore giovanile da parte della regione e delle società venete.
Contemporaneamente gli Arcieri del Nevegal hanno organizzato nei pressi del ristorante Nogherazza a Castion una gara di campagna veramente bella sotto il profilo tecnico: un percorso ben curato, le giuste difficoltà con discese, salite, contropendenze che hanno messo a dura prova gli specialisti più o meno esperti presenti alla gara, molti della Piave.
Sicuramente esperto Sebastiano Marotto che ha vinto nellla classe olimpico maschile con 336 punti battendo l'altro arciere della Piave Efrem Mazzucco che finalmente ha superato il muro dei 300 punti, e lo juniores Andrea Monego si è ben difeso chiudendo a 335 punti, purtroppo senza avversari.
Ottima anche la vittoria con 363 punti di Giulia Tormen che per la prima volta ha disputato una gara di campagna con il compound, ma non si può dimenticare che con l'olimpico è stata anche campionessa italiana, e l'esperienza non si cancella facilmente.
Anche la master olimpico Elis De Nardin con 285 punti ha vinto davanti alla meno esperta Gnocchi, mentre Valeria Sacchet può tranquillamente mettere nel dimenticatoio questa gara ad arco nudo, senza avversarie e con un punteggio imbarazzante; l'unico scopo per lei era di farsi mettere in piazzola insieme con Edoardo Barnabò, in modo da potergli fornire tutte quelle informazioni sulle posizioni da assumere per i vari tipi di tiro che non aveva fatto in tempo a dargli in allenamento, e l'obiettivo è stato pienamente centrato, alla prossima gara il bravo Edo potrà andare anche da solo.
Poca esperienza ma tanta voglia di far bene hanno permesso a Edoardo Barnabò, esordiente assoluto in questa specialità, di battere con 314 punti il compagno andrea Galli, che aveva invece fatto questa stessa gara lo scorso anno ma dal picchetto giallo dei giovanissimi, come dire tutta un'altra storia! Ugualmente oro per l'allievo Marco Losso, ma con qualche difficoltà in più e parecchi punti in meno, mentre il master arco nudo Renato Peverelli si è dovuto accontentare dell'argento. Come sempre nel Veneto, la squadra femminile di
Tormen, De Nardin e Sacchet ha dovuto salire da sola sul podio, mentre la squadra maschile è stata battuta per pochissimo da quella di Marano, ma domenica prossima al campionato veneto di Campagna a Sarego (Vicenza) sarà un'altra storia, ci saranno altri avversari ma soprattutto per la Piave ci saranno Andrea Fagherazzi, Christian Striuli e Francesco Mellinato, i nostri migliori compound.
E per gli arcieri del Piave c'è stato anche il dopo-gara: tutti in campo, almeno i più volonterosi, a rimediare al disastro prodotto dal temporale di sabato sera che ha rovesciato quasi tutti i paglioni, divelto i teli dei gazebi, accartocciato i tubi di sostegno, portato due sedie in plastica a 150 metri dentro al torrente adiacente: una cosa mai vista, e speriamo non si ripeta.

Photogallery

 MG 0474 Medium

Si è concluso domenica 7 giugno a Rimini il Trofeo Pinocchio 2015, gara di tiro con l'arco riservata ai giovani under 13, con la bella vittoria della squadra veneta, già vincitrice dell'edizione dello scorso anno, e la medaglia d'argento per il nostro ragazzo Andrea Galli nella classe 2002, la più numerosa.
Il percorso che ha portato il giovane Andrea Galli a vincere l'argento non è stato facile: qualificato come primo assoluto alla fase invernale, ha avuto problemi di salute proprio nel periodo della fase estiva, con allenamenti ridotti al minimo per via del brutto tempo, e non ha partecipato alla finale regionale estiva perchè la pioggia ed il freddo avrebbero potuto compromettere di nuovo la sua salute pregiudicando l'esito della finale nazionale. Non si può dire come sarebbe andata se avesse tirato ad Oderzo, ma di sicuro per Andrea il risultato di Rimini è stato molto soddisfacente, avendo potuto mettersi al collo la medaglia d'argento individuale, ad un solo punticino dal primo classificato, e quella d'oro della squadra veneta, un gruppo di ragazzi che almeno in parte conosceva già, avendo lavorato con la squadra regionale in diversi raduni anche in preparazione alla Coppa delle regioni, evento che si svolgerà il 27 e 28 giugno e non si sa ancora se Andrea potrà partecipare.
Andrea Galli aveva già partecipato ad una finale nazionale del trofeo Pinocchio da giovanissimo a Silvi Marina in coppia con Edoardo Barnabò, poi Edoardo ha partecipato da solo lo scorso anno, e Andrea da solo quest'anno, e insieme questi 2 ragazzi difenderanno il nome degli arcieri del Piave al Trofeo Coni regionale di sabato prossimo a Padova, una manifestazione dove il tiro con l'arco partecipa per la prima volta. La formula di gara è particolare, staremo a vedere cosa sapranno fare i nostri bravi ragazzi.
Intanto Andrea Monego, l'altro porta bandiera della Piave, è volato negli Stati Uniti per disputare il Campionato del mondo giovanile: i primi risultati della qualifica si avranno in serata, ma l'assegnazione delle medaglie individuali e a squadre ci sarà a fine settimana.
Il terzo Andrea (Fagherazzi), il maggiore di età, si sta invece avvicinando alla coppa delle regioni par il settore campagna compound; ha vinto a Trento la gara di Sopramonte, ha partecipato con buoni risultati al raduno regionale a Vicenza, ma aveva vinto l'assoluto anche a Padova nel targa, dimostrando talento proprio negli scontri diretti che sono quelli che servono di più per la squadra regionale nella Coppa, ora spetta ai tecnici la difficile scelta, e sicuramente peserà anche il risultato della gara 50 m match round di domenica prossima a Mareno di Piave dove saranno presenti tutti gli atleti sui quali punta il Veneto per la coppa.

 

IMG 0795 IMG 0816

 

 

IMG 0839

 

 

 

 

 

 

La rivincita di Fagherazzi

Ieri a Padova al trofeo del Gattamelata Andrea Fagherazzi si è preso una grande soddisfazione: battere in semifinale l'amico - rivale Lunardelli con un punteggio (146 su 150) che non lascia dubbi, e vincere anche la finale contro il compagno Francesco Mellinato che a sua volta in semifinale aveva sconfitto il campione veneto in carica Moreno Ongaro.
In qualifica Andrea aveva avuto qualche problema, con una freccia tirata sul bersaglio sbagliato, capita per il compound che quando va in mira attraverso la lente vede praticamente solo una parte della visuale e non certo il numero del paglione, ma nonostante lo zero è riuscito ad entrare tra i migliori otto e poi ha inserito il turbo, arrivando finalmente ad un risultato di prestigio.
Andrea ha continuato a tirare molto bene anche nella prova a squadre, uscendo dal 10 con poche frecce nonostante i tempi della prova a squadre impongano un tiro meno mirato, e quidi più impreciso; i compagni Mellinato e De Menech invece si sono suddivisi le colpe per la sconfitta in finale per l'oro, comunque un argento ben meritato contro la squadra del Decumanus ricostituita di recente, ma con atleti molto bravi provenienti da altre società.
Argento assoluto nella classe master e allieve olimpico anche per Valeria Sacchet, che ha perso solo allo spareggio contro Laura Borella dopo aver battuto altre due allieve. Anche Valeria ha sbagliato una freccia tirando un bel 10 sul bersaglio dell'avversaria proprio nella finale, e sicuramente questo è stato un errore decisivo, dovuto solo al fatto che negli scontri gli atleti cambiano paglione quasi ad ogni scontro, e così la freccia è andata sul paglione dello scontro precedente. Niente scuse comunque.

Sabato 23 invece niente podi per i piccoli della Piave alla fase regionale del Trofeo Pinocchio ad Oderzo: pioggia e freddo hanno consigliato di non far tirare Andrea Galli già qualificato per la fase nazionale di Rimini che si terrà fra 15 giorni, anche perchè nelle ultime settimane è stato male ed ha avuto la febbre alta, mentre gli altri hanno dovuto tirare indossando abbigliamento da pioggia che non aiuta di certo, lo dimostrano i punteggi di tutti.
Edoardo Barnabò aveva sicuramente delle possibilità, ma ha dovuto accontentarsi del quarto posto con 450 punti nonostante l'ottima prestazione della seconda parte quando la pioggia ha dato un pò di tregua, ma hanno tirato bene anche Tommaso Tormen, 6° con 441 punti, e Daniele Marcon, 9° con 430 punti.
Lontani dal podio ma comunque da lodare per non aver rinunciato anche gli altri, e un plauso particolare va riservato al piccolo Aaron Da Pos, 16° su 32 con 361 punti: è il più piccolo della squadra Piave, non ha ancora compiuto 9 anni, e il papà lo porta a Limana ad allenarsi da Taibon Agordino almeno due volte la settimana. Entrambi meriterebbero una medaglia!

DSCF0907

DSCF0913

 

Domenica 10 maggio alcuni arcieri della Piave hanno partecipato alla gara olimpic round di Montecchio: lo scopo principale era quello di far fare una gara, utile per la qualifica ai campionati regionali e italiani, alle ragazze olimpico, tutte del 2001 e perciò escluse quest'anno dal trofeo Pinocchio, ma una delle ragazze si è ammalata e così Edoardo Barnabò ha potuto prendere il suo posto, come Andrea Fagherazzi che ha trovato posto per il ritiro di qualcuno all'ultimo momento.
Ottima la prova delle ragazze, con Gioia Isma 2^ in qualifica e 1^ nell'assoluto, Angela Righes 2^ assoluta e Gloria Barnabò 3^ nella qualifica, oltre a un discreto
risultato di squadra, ma entusiasmante la performance di Edoardo che dopo la vittoria al trofeo Pinocchio di sabato si è preparato per i 40 metri ed ha realizzato il proprio record personale in qualifica con 656 punti; vinto 6 a 0 lo scontro di semifinale, ha dato spettacolo in finale contro il veronese Luca Antonello, realizzando addirittura due 30 nelle prime due volèe e vincendo meritatamente.
Il compound Andrea Fagherazzi con 680 ha vinto il bronzo in qualifica e anche nell'assoluto, perdendo solo in semifinale contro Lunardelli, ma avendo poi la meglio su Jesse Sut, due ottimi arcieri avversari solo in gara, perchè in realtà sono entrambi amici di Andrea, e talvolta vengono anche a tirare negli impianti degli Arcieri del Piave.

La photogallery

Sabato 9 maggio anche il temporale è stato clemente con i bambini che gareggiavano per la fase provinciale del trofeo Pinocchio, e solo qualche goccia di pioggia è arrivata sul campo di tiro degli Arcieri del Piave a Limana.

Numerosi i giovani arcieri in gara, 2 arcieri del Nevegal e 15 arcieri della Piave, che hanno affrontato con impegno questa gara di qualifica provinciale, tenuto conto che solo i migliori potranno accedere alla fase regionale di Oderzo il 23 maggio.
La gara si è svolta come da regolamento a 20 metri per le classi ragazzi, e 15 metri per i giovanissimi, e per la premiazione erano presenti il presidente Oscar De Pellegrin e l'assessore del Comune di Limana Michela Rossato.
Questi i risultati.
Ragazzi 2002: 1° Edoardo Barnabò con 458 punti, 2° Tommaso Tormen con 446, 3° Daniele Marcon con 411
Ragazze 2002: 1^ Clio Forlin e 2^ Matilda Sacchet
Ragazze 2003: 1^ Sara Vaculova, 2^ Miriam Lanfranchini
Giovanissimi maschile: 1° Emanuele Andrighetti, 2° Alessandro Posocco, 3° Aaron Da Pos
Giovanissimi femminile: 1^ Alessia Broi, 2^ Maila Scremin, entrambe del Nevegal

 

DSCF0873DSCF0877